Questo sito utilizza cookie. Cliccando su ok, continuando la navigazione, scorrendo in basso o chiudendo questa finestra si accetta l'utilizzo dei cookie.

News

News (5)

Giovedì, 28 Gennaio 2016 00:00

Giovani artisti per giovani utenti..... Si Parte!!!

Scritto da

MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE AL PERCORSO DI FORMAZIONE

per il trasferimento delle conoscenze e competenze tecniche necessarie alla erogazione dei servizi nel settore dello spettacolo dal vivo.

 

“la cultura è la risorsa più potente di cui tuttora disponiamo per rilanciare la nostra identità" (Anholt, 2007)

 

PREMESSA

Il progetto “giovaniartistiXgiovaniutenti”, cofinanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione

“Giovani no profit”dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Presidenza

del Consiglio dei Ministri, si colloca nel quartiere di San Giovanni a Teduccio che, con Barra e

Ponticelli, compone la zona orientale della città di Napoli. Esso si pone l’obiettivo generale di

realizzare un centro integrato per la cultura a carattere altamente innovativo, capace di

prefigurare e sperimentare attorno ad una “scuola dismessa”, la S.M.S. Giotto Monti un

modello nuovo di intervento di politiche occupazionali giovanili nel settore dell’impresa

culturale, coniugando il potenziale creativo del territorio di riferimento con la volontà dei

giovani di investire nell’arte.

Tra le azioni progettuali è stato previsto un percorso formativo rivolto ai giovani componenti

del gruppo di teatro sociale “A' menesta”, destinatari diretti del progetto.

L’associazione intende aprire detto percorso formativo anche ad altri giovani residenti nella

Regione Campania, di età compresa tra i 18 e i 25 anni.

OBIETTIVI DEL CORSO

Diverse ricerche di mercato hanno evidenziano quanto il comparto dell’industria creativa sia

frammentato e carente di figure professionali in quelle aree che rivestono un’importanza

strategica per lo sviluppo dell’intero settore: organizzazione, gestione e supporto tecnico

logistico degli eventi spettacolari.

Il percorso formativo ha l'obiettivo di trasferire ai corsisti tutte le competenze tecniche

necessarie per realizzare, organizzare, produrre e distribuire un prodotto creativo, da quello

performativo a quello musicale, da quello visivo a quello letterario.

DESCRIZIONE DEI PROFILI PROFESSIONALI

- Tecnico del suono e dei supporti visivi

Tecnico che si occupa della messa in opera, montaggio/smontaggio e manutenzione

dell’impianto fonico ed illuminotecnico;

- Macchinista/attrezzista teatrale

 tecnico in grado di operare nel contesto della realizzazione di uno

 spettacolo teatrale;

- Elettricista teatrale

tecnico in grado di operare sul palcoscenico nelle fasi di montaggio, installazione e

smontaggio di un impianto luci;

- Fotografo di scena

tecnico in grado di realizzare immagini per la documentazione del processo creativo;

- Addetto stampa

esperto che gestisce la comunicazione esterna, cura i rapporti con gli organi istituzionali

e con gli interlocutori privati;

- Addetto multimediale

tecnico in grado di utilizzare prodotti e servizi di social network esistenti in rete al fine di

costruire, personalizzare, mantenere e gestire piattaforme di comunicazione “social

network”;

- Operatore di sportello

esperto in grado di informare, orientare e accompagnare i giovani interessati alla

ideazione e all’avvio di una impresa nel settore artistico-culturale;


DURATA

Il percorso formativo si articolerà in due moduli: il primo è rivolto a tutti i partecipanti

indipendentemente dal profilo tecnico indicato e avrà la durata di 75 ore, articolato secondo il

seguente calendario: 22-26 febbraio 2016, accoglienza; 7-11 marzo 2016, introduzione

all’organizzazione nell’ambito delle performingarts; 14-18 marzo 2016, orientamento; dalle ore

9 alle ore 14; il secondo modulo di articolerà in n. 7 corsi, quanti sono i profili tecnici indicati,

della durata di 150/200 ore distribuite in attività d'aula e attività pratica.

Il corso è gratuito e prevede un numero massimo di 10 partecipanti per ogni profilo tecnico; la

frequenza è obbligatoria per l’80% delle ore di corso ai fini del rilascio dell’attestato di

partecipazione.


DESTINATARI

I destinatari del corso in oggetto, alla data di presentazione della manifestazione d’interesse,

dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti minimi di accesso:

- residenza nella Regione Campania

- aver compiuto i 18 anni di età e non superato i 25 anni;

- in possesso di titolo di istruzione secondaria di primo grado (licenza media);


PRESENTAZIONE DELLE MANIFESTAZIONE D’INTERESSE

Gli interessati, in possesso dei requisiti suindicati, potranno presentare la propria

manifestazione d’interesse, redatta sull’apposito modulo scaricabile dal sito internet

www.giovaniartistixgiovaniutenti.it.

Il modulo compilato in ogni parte, dovrà essere inviato, a mezzo posta elettronica, entro e non

oltre le ore 24 del 15 febbraio 2016, al seguente indirizzo:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


MODALITÀ DI SELEZIONE

Un’apposita commissione verificherà la data di arrivo delle manifestazioni d’interesse

(comprovata dalla data della posta in arrivo) e il possesso dei prerequisiti minimi richiesti. I

criteri di selezione utilizzati sanno: ordine di arrivo delle manifestazioni; condizione di

inoccupato, disoccupato, ragazza madre. L’accoglimento della domanda di partecipazione

verrà comunicata a mezzo mail.


PERIODO E SEDE DI SVOLGIMENTO

Il periodo di svolgimento delle attività formative sarà compreso tra il 22 febbraio e 30

giugno2016 secondo un calendario didattico redatto successivamente alla conclusione della

prima fase del primo modulo. Il percorso formativo si terrà presso il Centro per le Arti della

Comunità (dove ha sede il NEST NapoliEstTeatro) sito in Napoli alla via B. Martirano n. 17.

Al termine della partecipazione al percorso formativo sarà rilasciato un attestato di

partecipazione previo superamento della verifica finale.


CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODULO PER LA MANIFESTAZIONE D'INTERESSE 

 

CONTATTI

Emilia Falcone 3383146014

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.giovaniartistixgiovaniutenti.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mercoledì, 28 Ottobre 2015 00:00

News3

Scritto da

“Nuovo video"

Nuovo video inserito.

 

 

Mercoledì, 28 Ottobre 2015 00:00

News4

Scritto da

“Nuovo video."

Nuovo video inserito.

Lunedì, 12 Ottobre 2015 00:00

News2

Scritto da

“Fondazione Giovani Artisti – Giovani Utenti”: a venti anni dalla nascita illustrata attività svolta al sindaco Luigi De Magistris e agli assessori Nino Daniele e Alessandra Clemente.

Napoli. Sala giunta comunale, il presidente della “Fondazione Giovani Artisti – Giovani Utenti” Maria Rosaria Teatro, ha illustrato a venti anni dalla nascita l’attività della fondazione unitamente ad Emilia Falcone, Grazia Pernice e Martina Romanello.

Maria Rosaria Teatro: “Il progetto è cofinanziato nell’ambito del Piano Coesione “Giovani no profit”, Dipartimento della Gioventù e del servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, patrocinato e sostenuto dal Comune di Napoli e sponsorizzato da Unicredit Banca”. “Realizzare, ha proseguito il presidente Teatro, una “comunity art center “, uno spazio integrato per la cultura a carattere innovativo, capace di prefigurare e sperimentare attorno ad una scuola dismessa e destinata a un degrado infinito, sita in San Giovanni a Teduccio, un modello nuovo d’intervento di politiche occupazionali giovanili nel settore culturale, coniugando il potenziale creativo del territorio con la volontà dei giovani a investire nell’arte”.

Emilia Falcone, ha detto che le azioni progettuali sono la realizzazione degli spazi per riqualificare e rifunzionalizzare quello spazio pubblico destinato altrimenti all’abbandono e al degrado, fare formazione, trasferendo le competenze specifiche nel settore dell’impresa culturale, in particolare, tecniche del suono e dei supporti visivi, macchinista e attrezzista teatrale, elettricista teatrale, fotografo di scena, addetto stampa e multimediale, operatore di sportello e implementazione dei servizi. Falcone ha finito dicendo che i giovani potranno sperimentare, nella pratica, le strategie più efficaci ed efficienti onde garantire la massima qualità e innovazione che intendono attivare.

Martina Romanello, ha detto che si tratta di un lavoro che deve rendere autonomo il progetto, dare nuova occupazione giovanile e auto finanziarsi: un supporto logistico – organizzativo che favorisca i giovani artisti emergenti, nella creazione del loro prodotto artistico – culturale.
Grazia Pernice, ha riferito che ci saranno un ufficio stampa e una piattaforma online per promuovere e diffondere i prodotti artistici / culturali, mettere in rete i vari segmenti dell’impresa culturale e favorire l’incontro tra domanda e offerta. Infine, ci saranno servizi di Informazione, orientamento e accompagnamento per sostenere l’auto imprenditorialità dei giovani e favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro, sia in campo nazionale sia in quello europeo.

Lunedì, 12 Ottobre 2015 00:00

News1

Scritto da

“Fondazione Giovani Artisti – Giovani Utenti”: a venti anni dalla nascita illustrata attività svolta al sindaco Luigi De Magistris e agli assessori Nino Daniele e Alessandra Clemente.

Napoli. Sala giunta comunale, il presidente della “Fondazione Giovani Artisti – Giovani Utenti” Maria Rosaria Teatro, ha illustrato a venti anni dalla nascita l’attività della fondazione unitamente ad Emilia Falcone, Grazia Pernice e Martina Romanello.

Maria Rosaria Teatro: “Il progetto è cofinanziato nell’ambito del Piano Coesione “Giovani no profit”, Dipartimento della Gioventù e del servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, patrocinato e sostenuto dal Comune di Napoli e sponsorizzato da Unicredit Banca”. “Realizzare, ha proseguito il presidente Teatro, una “comunity art center “, uno spazio integrato per la cultura a carattere innovativo, capace di prefigurare e sperimentare attorno ad una scuola dismessa e destinata a un degrado infinito, sita in San Giovanni a Teduccio, un modello nuovo d’intervento di politiche occupazionali giovanili nel settore culturale, coniugando il potenziale creativo del territorio con la volontà dei giovani a investire nell’arte”.

Emilia Falcone, ha detto che le azioni progettuali sono la realizzazione degli spazi per riqualificare e rifunzionalizzare quello spazio pubblico destinato altrimenti all’abbandono e al degrado, fare formazione, trasferendo le competenze specifiche nel settore dell’impresa culturale, in particolare, tecniche del suono e dei supporti visivi, macchinista e attrezzista teatrale, elettricista teatrale, fotografo di scena, addetto stampa e multimediale, operatore di sportello e implementazione dei servizi. Falcone ha finito dicendo che i giovani potranno sperimentare, nella pratica, le strategie più efficaci ed efficienti onde garantire la massima qualità e innovazione che intendono attivare.

Martina Romanello, ha detto che si tratta di un lavoro che deve rendere autonomo il progetto, dare nuova occupazione giovanile e auto finanziarsi: un supporto logistico – organizzativo che favorisca i giovani artisti emergenti, nella creazione del loro prodotto artistico – culturale.
Grazia Pernice, ha riferito che ci saranno un ufficio stampa e una piattaforma online per promuovere e diffondere i prodotti artistici / culturali, mettere in rete i vari segmenti dell’impresa culturale e favorire l’incontro tra domanda e offerta. Infine, ci saranno servizi di Informazione, orientamento e accompagnamento per sostenere l’auto imprenditorialità dei giovani e favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro, sia in campo nazionale sia in quello europeo.