Questo sito utilizza cookie. Cliccando su ok, continuando la navigazione, scorrendo in basso o chiudendo questa finestra si accetta l'utilizzo dei cookie.

Il progetto

IDEA

Realizzare un “community art centre”, uno spazio integrato per la cultura a carattere altamente

innovativo, capace di prefigurare e sperimentare attorno ad una scuola dismessa, la S.M.S. Giotto

Monti, sita in San Giovanni a Teduccio, Napoli, un modello nuovo di intervento di politiche

occupazionali giovanili nel settore dell’impresa culturale, coniugando il potenziale creativo del

territorio di riferimento con la volontà dei giovani di investire nell’arte.

AZIONI PROGETTUALI

1) Realizzazione degli spazi

per riqualificare e rifunzionalizzare uno spazio pubblico altrimenti destinato al degrado;

2) Formazione

per trasferire competenze specifiche del settore dell’impresa culturale;

3) Implementazione dei servizi

per sperimentare nella pratica, le strategie più efficienti ed efficaci per garantire la massima qualità

ed innovazione dei servizi che si intendono erogare.

LO SPAZIO

 L’intervento di valorizzazione del bene è rivolto alla realizzazione di:

- una sala prove musicale;

- un ufficio stampa;

- uno sportello di informazione, orientamento e accompagnamento all’auto imprenditorialità;

- una sala teatrale con una platea di 99 posti;

- due camerini;

- uno spazio bistrot.

PROFILI TECNICI DA FORMARE

 

- Tecnico del suono e dei supporti visivi per lo spettacolo dal vivo, tecnico che si occupa della

messa in opera, montaggio/smontaggio e manutenzione dell’impianto fonico ed illuminotecnico e

che gestisce i supporti visivi.

Durata presunta: 200 ore

- Macchinista/attrezzista teatrale, tecnico in grado di operare nel contesto della realizzazione di

uno spettacolo teatrale durante il suo allestimento, e sul palcoscenico nelle fasi di

montaggio/smontaggio dello spettacolo, movimentazioni e cambi di scena.

Durata presunta: 200 ore

- Elettricista teatrale, tecnico in grado di operare sul palcoscenico nelle fasi di montaggio,

installazione e smontaggio di un impianto luci, di uno spettacolo e controllo alla consolle durante la

rappresentazione.

Durata presunta: 200 ore

- Fotografo di scena, tecnico in grado di realizzare immagini per la documentazione del processo

creativo e della realizzazione scenica di uno spettacolo.

Durata presunta: 150 ore

 - Addetto stampa, esperto che gestisce la comunicazione esterna, cura i rapporti con gli organi

istituzionali e con gli interlocutori privati, redige e diffonde in modo mirato comunicati stampa,

articoli, interviste agli organi di comunicazione interni ed esterni; organizza manifestazioni, fiere e

conferenze stampa.

Durata presunta: 150 ore

- Addetto multimediale in grado di utilizzare prodotti e servizi di social network esistenti in rete al

fine di costruire, personalizzare, mantenere e gestire piattaforme di comunicazione “social

network” anche mediamente complesse, capace di gestire contenuti, animazione e moderazione di

comunicazioni in rete, in grado di progettare, realizzare e gestire una procedura informatica di

incontro tra domanda/offerta di produzione culturale.

Durata presunta: 150 ore

- Operatore di sportello in grado di informare, orientare e accompagnare i giovani interessati alla

ideazione e all’avvio di una impresa nel settore della cultura ed in particolare dello spettacolo dal

vivo, oltre ad informare sulle opportunità di reperimento di fondi nazionali ed europei per le attività

culturali, nonché sulle metodologie di fundraising.

Durata presunta: 150 ore

I SERVIZI DA ATTIVARE

· supporto logistico-organizzativo e tecnico-artistico per favorire i giovani artisti emergenti nella

creazione del proprio prodotto artistico-culturale;

· un ufficio stampa e una piattaforma web dove i giovani interessati potranno chiedere, informare,

presentare, prenotare, sponsorizzare, nonché incontrare offerta e domanda artistico-culturale;

· uno sportello di informazione, di orientamento e di accompagnamento alla sostenibilità e

autoimprenditorialità delle attività artistico/culturali, a cui il giovane può rivolgersi per ottenere

informazioni sulle opportunità offerte dal settore pubblico nazionale e dall’unione europea nello

specifico settore dell’impresa culturale, nonché ricevere un primo sostegno e accompagnamento

nello sviluppo di progetti o iniziative finalizzati alla creazione di nuove opportunità per i giovani del

territorio.

IMPATTO SOCIALE

· Miglioramento dell’immagine fisica del luogo. L’intervento di riutilizzazione in chiave creativa

dello spazio, si inserisce nel già avviato intervento di riqualificazione dell’intero complesso

scolastico dove è stato ubicato l’incubatore di impresa Napoli Est, il che conferisce alle azioni

progettuali una caratteristica di complementarietà con gli interventi già realizzati.

· Opportunità formativa e di inserimento dei giovani nel mercato dell’impresa artistico-

culturale. Questa progettualità, catalizzando la creatività e la vivacità propria dei giovani, le

trasforma in occasioni di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro.

· Maggior senso di appartenenza e partecipazione alla vita culturale della città. Lo spazio e la

piattaforma web permettono lo sviluppo di una rete on e off line dove i singoli possono essere

direttamente coinvolti nelle attività artistico culturali dei più giovani.

· Rilancio dell’immagine della periferia. Localizzare un centro di produzione e promozione

culturale nel cuore della periferia est della città, contribuisce a darle un’immagine diversa da quella

a cui siamo abituati, troppo spesso stereotipata e ridotta semplicisticamente a fortino della

camorra.